ransomware

WannaCry: prevenire è sempre la scelta giusta!

WannaCry è l’ultimo virus che ha colpito oltre 200.000 computer in 150 stati: il più devastante di sempre.

WannaCry (Voglio Piangere) è un software malevolo che colpisce i sistemi operativi di Microsoft.
Fa parte della categoria dei ransomware, i malware che criptano i file sul computer andando a infettare anche periferiche esterne collegate, come hard disk esterni o chiavette USB, per poi richiedere un riscatto per decriptare i dati. In questo caso la somma richiesta è di 300 dollari da pagare in Bitcoin, la valuta elettronica utilizzata in Rete.

Il virus colpisce tutte le versioni del sistema operativo di Microsoft, ma Windows 10 è al momento il più sicuro in quanto riceve e installa automaticamente gli aggiornamenti che periodicamente vengono rilasciati per risolvere i problemi che vengono scoperti: nello specifico la falla che ha permesso la diffusione di WannaCry è stata corretta con l’aggiornamento di sicurezza del 14 Marzo 2017 (MS17-010) che va a disattivare SMBv1.

wannacry.ransom

Come difendersi?

La rapida diffusione di WannaCry ha trovato terreno fertile nella cattiva abitudine degli utenti di non tenere aggiornato il proprio sistema operativo, credendo che questa sia un’operazione superflua o addirittura controproducente.

Come abbiamo già detto, Microsoft aveva già rilasciato una patch specifica: il problema di fondo è che molti computer che montano Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1, o numerose versioni di Windows Server, potrebbero avere la funzionalità di aggiornamento automatico disabilitata, permettendo così a malintenzionati di approfittare di queste falle per installare programmi malevoli.
Esempio lampante di questa situazione è la diffusione ancora massiccia di Windows XP che, nonstante sia privo del supporto da parte di Microsoft ormai da diversi anni, risulta ancora essere installato su quasi 10% delle macchine attive, anche in molte realtà lavorative. Svariate grandi aziende sono infatti cadute sotto i colpi di questo attacco informatico: da Telefónica in Spagna al servizio sanitario nazionale in Gran Bretagna, da Renault a FedEx o le ferrovie di Stato in Germania.

Per questo motivo e per venire incontro a queste realtà ancora numerose, l’azienda di Redmond ha deciso di fornire una soluzione anche per quei sistemi per i quali il supporto è terminato già da tempo: sul sito Microsoft sono infatti disponibili i link per il download dell’aggiornamento di sicurezza specifico per WannaCry anche per Windows XP, Windows 8 e Windows Server 2003.

Il nostro consiglio è di prestare molta attenzione ai programmi che installate sui vostri computer leggendo sempre gli avvisi che vengono visualizzati nelle finestre durante i vari passaggi: troppo spesso si clicca OK o Avanti con troppa leggerezza.

In caso di problemi o se non siete certi che il computer si aggiorni automaticamente e per l’installazione di strumenti specifici per la protezione contro questo tipo di virus, potete contattare un nostro tecnico specializzato all’indirizzo www.sapoto.it

Meglio prevenire che piangere!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su

Autore dell'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam