at&t_charging_station

Ricarica la batteria gratuitamente, con l’energia solare!

Pubblicato il 16 luglio 2013 - 11:32 da SAPOTO in Technews

Taggato con: , ,

Ricaricare gratuitamente la batteria del proprio dispositivo portatile con l’energia solare?  È quello che succede a New York grazie ad un’iniziativa dell’operatore telefonico AT&T.

Nascono a New York le prime postazioni pubbliche gratuite che permettono a chiunque di ricaricare il proprio dispositivo elettronico tramite l’energia solare. È un progetto realizzato da AT&T, Goal Zero e Pensa Design e consiste in una sorta di lampione ad energia solare che cattura i raggi del sole trasformandoli in energia elettrica: il suo nome ufficiale è Street Charger.

at&t_street_charge

L’idea dello Street Charge è nata quando, nei giorni successivi all’uragano Sandy che ha colpito gli Stati Uniti ad ottobre del 2012, i Newyorkesi rimasti isolati e senza corrente elettrica erano alla ricerca di una ricarica e di un modo per comunicare con il mondo esterno. AT&T fornisce già connettività wi-fi gratuita nei molti parchi della Grande Mela e con questo progetto va ancora di più incontro alle esigenze delle persone che hanno necessità di essere sempre connesse alla rete: tutti infatti sappiamo bene quanto questi dispositivi che usiamo per navigare su internet, inviare email e chattare in mobilità siano avidi di energia.
Chi di voi non è mai rimasto con la batteria a terra?

Se avete in programma un viaggio a New York e avete bisogno di una ricarica, ecco la mappa delle postazioni installate in giro per la città. Nella stessa mappa trovate anche le aree coperte da wi-fi gratuito.

Buon viaggio!

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su

Autore dell'articolo

3 Commenti

  1. Marco
    21/02/2014 alle 15:00 · Rispondi

    Quest’invenzione è ottima. Gli altri Paesi dovrebbero prendere spunto.

  2. bernard
    08/03/2014 alle 06:26 · Rispondi

    Thanks for sharing such a good idea!

  3. Mark Spitz
    02/10/2014 alle 02:23 · Rispondi

    Hi there, I enjoy reading all of your posts and I wanted to write a little comment to support you.

Rispondi a bernard Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam