hello-barbie

Vuoi navigare in Internet? Chiedi a Barbie!

Pubblicato il 1 marzo 2016 - 16:13 da in Technews

Taggato con: , , , , , , , ,

Mattel ha lanciato la sua Barbie interattiva.

La new entry in casa Mattel si chiama “Hello Barbie” ed è un Internet toy.

La bambola è infatti dotata di chip, microfono, altoparlante ed è predisposta per il collegamento ad Internet via Wi-Fi.

Già da qualche tempo si parla di “Internet delle cose” ossia di IoT (Internet of Things), per indicare tutti quegli oggetti che si collegano alla rete: lampade, frigoriferi con sensori, portachiavi con localizzatore e così via.

Ora con Hello Barbie ci troviamo invece dinanzi alla categoria dei giocattoli intelligenti, che interagiscono con i bambini rispondendo alle loro domande in modo logico e sensato.

Il tutto avviene nello stesso modo in cui opera ad esempio Cortana di Microsoft o Siri di Apple.

Fate attenzione però: Barbie è potenzialmente pericolosa per la privacy dei piccoli e delle loro famiglie.
Quando si preme il bottone posto sulla cintura infatti, il microfono di Barbie registra le domande del bambino tramite il software di riconoscimento vocale ToyTalk ed il messaggio viene poi  trasmesso ai loro server per essere elaborato.
A questo punto la risposta più adatta viene inviata alla bambola digitale che a sua volta la replica al bambino.

hello-barbie2

Tutti questi dati  sono quindi memorizzati in un database di Mattel, mettendo così a rischio la privacy degli acquirenti. Esiste quindi anche il pericolo potenziale che i dati sensibili cadano in mani sbagliate o di hacker com’è successo nel caso della violazione dei sistemi di VTech, un grande produttore asiatico di giocattoli per bambini. Durante il Cyber Monday la società ha infatti rivelato di aver subito il 14 Novembre 2015 un attacco informatico da parte di hacker: sarebbero stati rubati nomi, indirizzi, domande e risposte di sicurezza e altri dati di milioni di famiglie in tutto il mondo. Viene quindi da chiedersi se sia il caso di affidare i proprio segreti (e forse anche quelli di casa) a un giocattolo o una bambola.

A conferma di questi dubbi, recentemente  il ricercatore di sicurezza Matt Jakubowski è stato addirittura in grado di estrarre da una Hello Barbie il nome della rete Wi-Fi, l’ID account e i file MP3.

Alla luce di tutto questo, sarebbe meglio che i bambini non raccontassero troppo a Hello Barbie, ma una cosa che potrebbero sicuramente dirle è un bel…bye bye!

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su

Autore dell'articolo

  • Ho una laurea triennale in Scienze della Comunicazione ed una conoscenza approfondita dei vari sistemi ed ambienti operativi Windows: da sempre ho infatti una grande passione per l’informatica.
    In particolare mi piace tenermi costantemente aggiornata riguardo al funzionamento, uso e personalizzazione dei programmi più diversi, per poter poi fornire un migliore servizio di assistenza e una più veloce risoluzione di eventuali problemi.
    Sono fiera di essere la prima figura femminile che entra a far parte del Team Sapoto!

    Guarda tutti gli articoli di Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam