app-alertino copia

Lasciatevi guidare da Alertino!

Pubblicato il 26 gennaio 2016 - 10:53 da in Technews

Taggato con: , , , , , ,

Con Alertino guidi più sicuro.

Una notifica per avvisarti che stai guidando in un tratto di strada o in una zona a rischio di multa, un’altra per invitarti a spostare il tuo veicolo sosta in seconda fila bloccando altre parcheggiate, oppure per informarti che hai lasciato distrattamente l’auto aperta, le luci accese o il finestrino abbassato.

A questo serve l’app mobile Alertino, che attraverso le sue utili segnalazioni, dimostra di essere un valido e concreto aiuto per chi guida.

Grazie al suo utilizzo forse non vedremo più “intimidatori” post it dal tono furente lasciati sui parabrezza e non sentiremo più fastidiosi concerti di clacson impazziti.

L’applicazione rivoluziona quindi la comunicazione tra automobilisti e rappresenta anche la soluzione ideale per incrementare la vigilanza e la sicurezza stradale.

Il download è disponibile gratis sia su App Store (iOs) che su Play Store (Android).

Per quanto riguarda il suo funzionamento, Alertino può essere utilizzato attraverso brevi messaggi di testo preimpostati, al fine di allertare in modo immediato e rapido il proprietario della vettura; frasi del tipo “Causa lavori devi spostare il veicolo, “Hai una ruota a terra o una lampadina bruciata”, “Posso sapere il prezzo dell’auto in vendita?”, sono alcuni esempi.

Per poter aver accesso all’app, è richiesto il numero identificativo del proprio mezzo associabile ad un nickname: una volta effettuata la registrazione sarà possibile effettuare la scelta del testo da inviare.

alertino-540x312

La procedura di invio del messaggio è molto intuitiva: è necessario infatti inserire semplicemente la targa del veicolo del destinatario e selezionare l’alert più appropriato tra le opzioni a disposizione.

Una volta spedito, potrà essere poi condiviso anche sui propri profili social.

A quel punto il guidatore della vettura oggetto di segnalazione riceverà sul proprio cellulare un avviso di notifica contenente il messaggio che riguarda l’infrazione o la dimenticanza segnalata.

Il destinatario potrà infine rispondere chiedendo maggiori informazioni o semplicemente ringraziando.

Data l’ampia diffusione degli smartphone, ogni conducente di auto ha sicuramente con sé un dispositivo collegato ad Internet, che gli permette di ricevere questo tipo di segnalazioni; questi messaggi potrebbero inoltre evitare che malintenzionati approfittino della situazione sfavorevole in cui può trovarsi il veicolo per esempio lasciato aperto.

Per evitare però un’eventuale uso scorretto dell’app (data la possibilità di aggiungere frasi personalizzate a quelle disponibili) sarebbe opportuno eliminare l’iscrizione anonima alla piattaforma (anche perchè il numero di targa indicato in fase di accesso potrebbe non essere veritiero).

L’ideale sarebbe quindi una registrazione vera e propria magari attraverso i social come Facebook e Twitter o addirittura la motorizzazione civile per collegare in modo veritiero proprietario del veicolo e utilizzatore dell’app.

Speriamo solo che gli automobilisti non si sentano ora autorizzati a parcheggiare in seconda fila sapendo che verrebbero comunque avvisati in caso di intralcio al traffico.

Ed ora vi farete anche voi guidare da Alertino?

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su

Autore dell'articolo

  • Ho una laurea triennale in Scienze della Comunicazione ed una conoscenza approfondita dei vari sistemi ed ambienti operativi Windows: da sempre ho infatti una grande passione per l’informatica.
    In particolare mi piace tenermi costantemente aggiornata riguardo al funzionamento, uso e personalizzazione dei programmi più diversi, per poter poi fornire un migliore servizio di assistenza e una più veloce risoluzione di eventuali problemi.
    Sono fiera di essere la prima figura femminile che entra a far parte del Team Sapoto!

    Guarda tutti gli articoli di Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam